venerdì 27 dicembre 2013

Letture - IL BAMBINO CON LE MANI PULITE

di Babakar Mbaye Ndaak
presentato da P.N. Faye e A. Colletta
illustrazioni di Marta Solazzo


Perché il pipistrello, animale unico al mondo, ama vivere a testa in giù, nelle grotte o sulle cime degli alberi? Perché gli uomini vanno matti per il miele? E come mai non sono mai d'accordo su nulla?



A queste e tante altre domande rispondono le favole e i raconti del Bambino con le mani pulite. I lettori visiteranno, passando attraverso una folla di geni, spiriti e animali parlanti, la foresta sacra di Allabatu, seguiranno le avventure di una fanciulla rapita da un orrido essere soprannaturale e gioiranno della rivincita presa dal piccolo Aduma sulla perfida matrigna, grazie ai conigli della nonna. Si mescoleranno al popolo di Tene Peul, stretto attorno ad un giovane quanto stupido tiranno che desidera un palazzo fra la terra e il cielo, per poi sedersi all'ombra di una maestosa acacia ad ascoltare la storia di quattro anziane sorelle o a leggere la lettera del capo degli Antenati consegnata agli adulti di oggi da un curioso fattorino...



Infine, dopo tante peripezie, si divertiranno con il ciclo di Lek, astuta lepre, e sapranno come, un bel giorno, il suo compare Bukky, la iena, riuscì finalmente a gabbarla...

Tutte queste avventure s'intrecciano con i dialoghi e le esperienze di una famiglia italo-senegalese che vive nel Salento e a cui l'Autore, moderno Principe della Parola, ha affidato i suoi testi affinché la loro eco potesse giungere oltre oceano.

_________________________________________________________________
Babakar Mbaye Ndaak, moderno griot che custodisce le storie e l’antica saggezza del suo popolo, è professore di storia e geografia e presidente dell’associazione senegalese “Leebon ci leer” (raccontare al chiaro di luna”). Dopo anni di studio e ricerca, ha pubblicato, nel 2012, tre album di poesie, elegie, favole e racconti storici.

1 commento: